Gazzetta di Reggio

Nata come foglio di annunci legali in epoca risorgimentale, la Gazzetta di Reggio è diventata un quotidiano di impronta liberale nel 1860. Come diversi quotidiani italiani, ha subito quasi un secolo di storia difficile: l'opposizione socialista a cavallo tra i due secoli; la trasformazione, in epoca mussoliniana, nel 'Solco fascista'; il ritorno in edicola come Gazzetta di Reggio nel 1947; il fallimento della sua casa editrice nel 1977. Dopo un silenzio di quattro anni la Gazzetta di Reggio è tornata in edicola il 3 marzo 1981, grazie all'impegno dell'Editoriale Le Gazzette (ora parte del Gruppo L'Espresso). La Gazzetta di Reggio si presenta oggi come un giornale di servizio a disposizione della città, senza schieramento politico, credibile ed attendibile nella sua informazione: un punto d'incontro tra i diversi ceti sociali e le diverse attività di Reggio e provincia. Il gradimento La Gazzetta di Reggio raggiunge il 56% della popolazione di Reggio Emilia e provincia che dichiara di leggere la stampa quotidiana.

Direttore Giacomo Bedeschi
Prezzo edicola €1,30

Formati Stampa

Manchette 1^ pag.

Box 1^ pag.

Minibox dx 1^ di cronaca loc

Minibox dx 1^ spec Manzoni

Mini quadrotto

Finestrella programmi tv

Double box 1^ pag.

Finestrella orizzontale

Piedino meteo

Piede

Finestrella verticale

Quadrotto

2 colonne

Quarto di pagina

Maxi piede

Doppio piede

Maxi quadrotto

Mezza pagina orizzontale

Junior page

Doppia junior

Pagina

Doppia mezza pagina

Doppia pagina

Mezza pagina verticale

Copie (totali)

7.204

media mese 2020 ADS

Copie digitali

266

ADS 2017 (dati certificati anno)

Lettori

96.000

2020.3 AUDIPRESS